Il nuovo modo di fare informazione sullo sport più bello del mondo !

Il Breganze ritorna alla vittoria contro il Giovinazzo

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr +

Convincente ritorno alla vittoria per il Breganze. Un buon viatico per il prossimo derby di Bassano

Faizanè Breganze 12
AFP Giovinazzo 5

FAIZANE’ LANARO BREGANZE: Sgaria, Cocco, Battistello, Zen, Oriol, Gimenez, D’Anna, Facu, Costenaro, Mabilia. All.: Belligio.
AFP GIOVINAZZO: Sanchez, Depalma, Dagostino, Romero, Bicego, Angione, Marzella, Mastropasqua, Giudice, Lanza. All.: Depalma.
Arbitri: Fronte e Molli.
Reti: p.t. 2’12” Cocco (B), 3’13” Zen (B), 5’53” Romero (G), 13’51” Zen (B), 14’29” Facu (B), 15’25” Oriol (B), 15’55” Dagostino (G), 21’32” Zen (B), 22’ Romero (G); s.t. 7’32” e 9’23” Oriol (B), 16’30” Gimenez (B), 17’02” Facu (B), 18’03” Cocco (B), 18’46” Romero (G), pun., 21’45” D’Anna (B), 23’18” Bicego (G).

Dodici gol, il più pingue bottino rossonero quest’anno, stendono il Giovinazzo del goleador Romero, un ex rinato, capace di segnare tre dei cinque gol pugliesi, contro un Breganze scatenato e brillante per l’intera gara. Un gioco spumeggiante, la rabbia per le ultime sconfitte immeritate, le triplette bellissime di Zen e di Oriol Vives, il battesimo del gol (doppietta) per Facu Posito: a completare la festa i centri di capitan Cocco (due) e di Gimenez e D’Anna. Una serata di gioia per i tifosi rossoneri contro una formazione che conta parecchio sulle giocate di Emiliano Romero, l’argentino cresciuto molto in pochi anni, ma contro un Faizanè Lanaro così ce ne sarebbe stata poca per chiunque. Si scrollano di dosso le paure, gli uomini di Belligio e profittano di qualche mezzo falso in alto per risalire in classifica. E già si spande l’odore del derby a Bassano, fissato per sabato sera. Sarà un altro spettacolo?
Parte forte il Breganze: Cocco sottorete al 2’ e Zen al volo al 3’ danno presto la piega al match. Ma Romero accorcia al 5’ rasoterra, mentre di nuovo Giovanni Zen, in gran spolvero, fa tre al 13’ sempre al volo. E’ Facu Posito a segnare il suo primo gol in rossonero al 14’ con un giroporta. Oriol al 15’25” firma il 5-1 in splendido contropiede, poi Dagostino con una gran botta sorprende il bravo Sgaria pochi secondi più tardi. Al 21’ terzo gol di Zen in ripartenza e Romero, ancora lui, accorcia al 22’ sul 6-3. Si va al riposo.
Al 7’ della ripresa Oriol dalla distanza trafigge Sanchez e lo spagnolo si ripete al 9’, prima che un arbitro miope lo mandi fuori col blu. Ma il tiro dal dischetto del tiro libero diretto di Romero è parato da Sgaria. Power play inutile per il Giovinazzo e giusto allo scadere dei 2’ tocca al solito Gimenez timbrare con soddisfazione il 9-3 con un gran tiro. Poi al 17’ Facu Posito in contropiede sigla il suo secondo gol (10-3), Cocco spara sul sette imparabile al 18’ e di nuovo una mezza invenzione dell’arbitro Molli spedisce fuori per 2’ Gimenez; sul dischetto stavolta Romero non fallisce l’11-4. Romeo D’Anna mette nel sacco il dodicesimo centro della magica serata al 21’ e infine un vicentino, Bicego, porta a 5 le marcature ospiti al 23’ e fissa il rotondo punteggio.

Roberto Farina collaboratore de Il Giornale di Vicenza per Hockey Breganze

Share.