Il nuovo modo di fare informazione sullo sport più bello del mondo !

L’Eboli si ferma a Thiene

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr +

ALLA SAFOND MARTINI GIRANO I… 15 MINUTI: L’EBOLI SI FERMA A THIENE
Dopo le prime battute della ripresa gialloblu sotto 3-2 ma poi cambiano marcia e surclassano i campani 9-3
Quattro uomini in gol con tris di Piroli e Brendolin. Esordio in A2 di Oripoli nel finale e mirino sullo Scandiano

Thiene – Quarto d’ora finale vietato ai deboli contro l’Eboli. Deboli di cuore s’intende, perchè la sassaiola di reti thienesi ha messo a dura prova le coronarie dei tifosi gialloblu, pochi ma buoni, presenti per il confronto di sabato sera fra la terza e la terz’ultima forza di serie A2. Un confronto che ha visto i ragazzi di Casarotto scappare sul 2-0, farsi riacciuffare e tagliare poi la cresta fino al 3-2 a favore del Cresh che poi a sua volta si lascia andare al patatrac, subendo sei reti in meno di sei munti e sette complessivamente nella ripresa. Una Safond Martini Thiene in dondolo per 35′ di partita, prima di pestare forte l’acceleratore e togliere il respiro agli ospiti, giunti in Veneto a ranghi ridotti e con il fiato corto. Multipli del “tre” che si confermano tra andata e ritorno, insomma, con il 9-3 d’attualità al Palaceccato che si scrive negli annali dell’hockey dopo il 6-3 corsaro a Eboli di novembre. Mattatori della serata in zona stecca d’oro i punteri berici Piroli e Brendolin, con un tris a testa, e gioie aggiuntive per la prima doppietta in A2 di Dalle Carbonare e l’esordio fra i paletti di Oripoli, sostituto di Bonatto (assente per impegni personali).

Si è trattato di un match abbastanza nervoso e teso quello andato in onda in prima serata a Thiene, con alla fine oltre venti falli complessivi fischiati. Agonismo alto almeno fino a tre quarti di gara, fino al tracollo degli ospiti apparsi fisicamente non allo stesso livello di Rizzato e compagnia giabblu, complice sicuramente il lungo viaggio da Eboli affrontato in giornata. In avvio di partita Thiene subito avanti di uno, grazie a Piroli che raccoglia un servizio in profondità di Brendolin e scarica dentro l’1-0 al 2′. Poi una fase stagnante di partita, tante mezze occasioni ma senza clamori, e si arriva al 2-0 al 20′: finalizzatore di un tre contro due è Dalle Corbonare, che gira a rete di giustezza battendo l’estremo. Gara che sembra incalarsi a favore dei padroni di casa ma un rigore a favore degli ospiti concede al cecchino Marzella la pallina del 2-1 prima dell’intervallo.
Si riparte con i thienesi di casa sorpresi dal riavvio bruciante della squadra di Gallotta, che trova il pareggio dopo meno di 3′ su sparata dalla distanza di Marzella che beffa il pur bravo Dalla Vecchia, coperto nell’occasione. Altro colpo gobbo dopo altri 3′, con stavolta Sinisi a sorprendere tutti con una bella girata forte e precisa che mette in vetrina il 3-2 pro Cresh al 6′. Casarotto in pista sprona i suoi ad alzare ritmo, baricentro e aggressività mettendo pressione costante ai salernitani che col passare dei minuti vanno in riserva. Lo stesso giocatore allenatore s’incarica di battere un penalty che Marazzo neutralizza, fuori misura poi la ribattuta. Il pari è rimandato di poco, uno schema di gioco eseguito alla perfezione smarca Piroli che inquadra il 3-3 all’11’ e spiccioli, tempo poco più di un minuto e Brendolin scarica la sassata da fuori che perfora la rete. Qui gli ospiti crollano, al 15′ due i gol incassati in un lampo con la punizione di prima per il bonus falli che Piroli scaglia, respinta del portiere e ri-spinta in porta la pallina del 5-3. Brendolin decide di far tutto da solo nell’azione personale del 6-3 ma un aiutino lo trova da Marrazzo che compie una mezza papera, al 16′ anche l’allenatore in pista e fuori si fregia di un gol personale, tiro al volo ringraziando il gentil servizio di Sperotto. Un bel numero il colpo in alza-e-schiaccia ancora di “Brendo”, galvanizzato dai due gol precedenti, che si merita gli applausi al 17′, poi i gialloblu rallentano, coprendo l’emozione per l’esordio in serie A2 di Oripoli, che ben si comporterà sulla punizione di prima parata a Marzella dopo il 10° fallo di casa. Da annotare ancora una rete conclusiva, autore Dalle Carbonare che a porta sguarnita gonfia la retina dopo un’aizone caterpillar di Rizzato che travolge ogni ostacolo e da buon samaritano regala al compagno il centro del 9-3.

Terzo posto confermato con autorità nonostante qualche balbettamento in corso d’opera e gap accorciato sulla “riposante” Monza. Sabato prossimo ultimo appuntamento prima della passerella di Coppa Italia dell’ultimo week end di febbraio. Per arrivarci sereni e pimpanti bisognerà portare a termine il blitz sullo Scandiano, in una trasferta crocevia di importanza vitale per i sogni di gloria gialloblu.

derby vinto

SAFOND MARTINI THIENE-CRESH EBOLI 9-3

SAFOND MARTINI THIENE: Dalla Vecchia, Oripoli; Casarotto, Rizzato, Dalle Carbonare, Pilati, Sperottto, Brendolin, Scuccato, Piroli. All. Casarotto.
CRESH EBOLI: Marrazzo, Macellaro; Marzella, Pepe, Sinisi, Santimone, Gallotta, Esposito. All. Gallotta.
Arbitro: Moresco di Marostica.
Reti. Pt: 2’12” Piroli (T), 19’55” Dalle Carbonare (T) e 24’02” Marzella su rigore (E); st: 2’34” Marzella (E) e 5’50” Sinisi (E), 11’12” e 14’29” Piroli (T), 13’29”, 14’44” e 16’53” Brendolin (T), 15’58” Casarotto (T) e 24’36” Dalle Carbonare (T).

Share.